Vagy Combi rappresenta la soluzione perfetta e del tutto indolore per le donne che desiderano rafforzare e tonificare i loro tessuti genitali. Questo trattamento minimizza i disturbi che influiscono negativamente sia sull’attività sessuale sia sullo stile di vita personale.

La sua efficacia deriva dall’utilizzo di due metodiche, radiofrequenza ed elettroporazione, che possono essere utilizzate separatamente o sinergicamente per esaltare il rendimento terapeutico. Il trattamento viene eseguito a livello ambulatoriale così che la paziente possa tornare immediatamente alle proprie attività quotidiane.

Con l’arrivo della menopausa e la carenza di estrogeni, la donna può essere colpita da disturbi dei genitali come incontinenza, prolasso, secchezza vaginale e altri che vedremo tra poco.

In questa età diminuiscono il collagene e le fibre elastiche, la mucosa si assottiglia, dunque l’elasticità si perde. Sono sintomi che possono avere un impatto negativo nella qualità della vita della donna e nella relazione di coppia.

Oggi esiste un trattamento avanzato non invasivo e indolore per le donne che necessitano di curare, rafforzare e tonificare i loro tessuti genitali, si chiama Vagy Combi.

 

Radiofrequenza ed elettroporazione per curare i disturbi vaginali

Vagy Combi è un trattamento sinergico, una terapia che combina i benefici della radiofrequenza e dell’elettroporazione, in questo modo:

  • Radiofrequenza: con degli applicatori esterni e interni induce un tenue aumento della temperatura per ripristinare le membrane cellulari e stimolare la produzione di collagene.
  • Elettroporazione: è un particolare impulso elettromagnetico che fa assorbire un principio attivo senza puntura per via transdermica. Rende permeabile la membrana cellulare a molecole che naturalmente non sarebbero in grado di attraversarla.

 

I disturbi vaginali sui quali il trattamento Vagy Combi è efficace

Questa combinazione rende la terapia Vagy Combi particolarmente efficace per svariati disturbi, come:

  • Prolasso uro-genitale di grado lieve
  • Profilassi pot-partum;
  • Incontinenza urinaria da sforzo-urgenza e forme miste;
  • Ipotono del pavimento pelvico;
  • Scarsa sensibilità sessuale;
  • Cicatrici dolorose post parum;
  • Secchezza vaginale;
  • Atrofia e distrofia vulvovaginale;
  • Vestibolite;
  • Vulvodinia locale o generalizzata;
  • Vaginismo;
  • Ipertono;
  • Lichens sclerosus;
  • Cistite interstiziale;
  • Vaginosi ricorrenti e supporto al fisiologico microbiota vaginale;
  • Ringiovanimento vaginale.

Come hai letto, questo trattamento è davvero versatile e può essere reiterato nel tempo, in base all’accordo tra la ginecologa e la paziente.

Vuoi sapere di più sul trattamento Vagi Comby? Puoi prenotare un appuntamento con la nostra ginecologa Emanuela Schiena sulla pagina dei contatti.